Cos’è il colesterolo?

Tutti hanno sentito parlare del colesterolo e di come livelli elevati di colesterolo producano effetti negativi sul benessere dell'organismo. Ma cos’è esattamente il colesterolo? Il colesterolo fa male? Se vi siete posti domande simili, qui troverete le risposte!

Il colesterolo è una sostanza simile ai grassi ed è prodotta dall’organismo, oppure assunta con l’alimentazione. Svolge un ruolo fondamentale per il funzionamento di ogni cellula presente nel corpo. Inoltre, è necessario per la produzione di determinati ormoni e della vitamina D e contribuisce a digerire i grassi.1

Circa il 60%–70% del colesterolo totale è prodotto dall’organismo, mentre il restante 25%–40% viene assunto attraverso i cibi che mangiamo.1

In che modo il corpo regola i livelli di colesterolo?

Il fegato è il centro di controllo dei livelli di colesterolo umano. Produce colesterolo quando è carente, mentre se è presente in eccesso, lo elimina attraverso la bile.1

Il colesterolo non si scioglie in acqua o nel sangue, così l’organismo lo lega a particelle proteiche per trasportarlo attraverso la circolazione sanguigna. Il colesterolo è trasportato da e verso il fegato da due tipi principali di lipoproteine: le lipoproteine a bassa densità (LDL) e le lipoproteine ad alta densità (HDL).2

Le lipoproteine a bassa densità trasportano il colesterolo dal fegato alle varie cellule del corpo attraverso la circolazione sanguigna. Le HDL, invece, trasportano il colesterolo in eccesso dalle cellule dell’organismo di nuovo al fegato.1

Il colesterolo è buono o cattivo?

Dipende da quali sono i livelli di colesterolo che superano i valori normali. Se le LDL sono in eccesso, il colesterolo si deposita sulle pareti dei vasi sanguigni (questo significa livelli di LDL-C elevati). Se la concentrazione di HDL non è sufficiente, l’organismo non è in grado di riportare nel fegato il colesterolo in eccesso, che quindi rimane depositato sulle pareti dei vasi sanguigni (questo significa un livello di HDL-C basso). Questi depositi, a loro volta, ispessiscono i vasi, che perdono flessibilità e producono effetti negativi sul benessere del cuore.

Il colesterolo LDL viene quindi definito “colesterolo cattivo”, mentre il colesterolo HDL è chiamato il “colesterolo buono”. Di solito, chi soffre di colesterolo alto presenta livelli di colesterolo cattivo superiori al normale.1

 

Parimenti, anche livelli di colesterolo HDL e LDL inferiori al normale possono produrre effetti negativi sul benessere dell'organismo. Scoprite di più sulle cause del colesterolo basso e sugli effetti negativi sul benessere del cuore.

Quali sono le cause dell’aumento eccessivo del colesterolo?

Il colesterolo alto è dovuto a diversi fattori, quali lo stile di vita e la predisposizione genetica (Figura 1).
Figura 1: Cause del colesterolo alto.5-7

  • Fattori genetici: Tra i fattori genetici figurano difetti nei geni che regolano l’assorbimento del colesterolo LDL nel fegato, con il conseguente aumento dei livelli di colesterolo LDL nel sangue.5
  • Stile di vita e dieta: Chi ha uno stile di vita sedentario è maggiormente a rischio di soffrire di colesterolo LDL elevato rispetto a chi ha uno stile di vita attivo. Inoltre, seguire una dieta ricca di grassi trans e saturi aumenta il rischio di colesterolo alto.5,6
  • Problemi di salute: Anche patologie come l’ipotiroidismo possono causare il colesterolo alto.5
  • Farmaci: Determinati farmaci, come gli steroidi, i farmaci che sopprimono il sistema immunitario e quelli che abbassano la pressione sanguigna, possono modificare i livelli di colesterolo.7

Scoprite di più sulle cause del colesterolo alto.

Come si possono regolare i livelli di colesterolo?

Per mantenere i livelli di colesterolo entro i limiti corretti, è possibile agire come indicato qui di seguito:8

  • Cambio di alimentazione : Seguire la dieta mediterranea, in altre parole, consumare frutta, noci, prodotti integrali, verdura, legumi, olio d’oliva, pollame e pesce. Ridurre l’apporto di grassi saturi nella dieta. Questo significa includere pesce e oli vegetali e ridurre il consumo di latticini ad alto contenuto di grassi e carne. Se le modifiche alimentari non sono sufficienti a regolare i livelli di colesterolo, è possibile ricorrere a integratori alimentari o ad alimenti funzionali.
    Qui sono disponibili ricette adatte a ridurre il colesterolo
  • Esercizio: Il regolare esercizio fisico aiuta a mantenere i livelli di colesterolo entro i limiti e a prevenire complicanze associate al colesterolo alto. Scopri qui come l’attività fisica può abbassare i livelli di colesterolo.

 

Anche smettere di fumare riduce il rischio di eventi cardiovascolari.1

Scopri di più sui vari interventi che il medico potrebbe consigliare per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo.

Cambiamenti nello stile di vita

Cambiare lo stile di vita e la dieta può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo e migliorare il benessere del cuore. Maggiori informazioni sui cambiamenti nello stile di vita.

Leggi di più

Test del colesterolo

Un test del colesterolo aiuta il medico a determinare il livello di colesterolo e altri tipi di grassi presenti nell’organismo. Maggiori informazioni sul test del colesterolo.

Leggi di più

  • Bibliografia

    References

    1. Povey K. Developing Food Products for Consumers with Specific Dietary Needs. 2016. Available at: https://www.sciencedirect.com/topics/agricultural-and-biological-sciences/cholesterol. Accessed on: 5 November 2019.
    2. InformedHealth.org. What is cholesterol and how does arteriosclerosis develop?2013. Available at: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK279327/. Accessed on: 5 November 2019.
    3. Welty FK. Hypobetalipoproteinemia and abetalipoproteinemia. Curr Opin Lipidol. 2014;25(3):161–168.
    4. Rader DJ, deGoma EM. Approach to the patient with extremely low HDL-cholesterol. J Clin Endocrinol Metab. 2012;97(10):3399–3407.
    5. InformedHealth.org.High cholesterol: Overview. 2013. Available at: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK279318/. Accessed on: 5 November 2019.
    6. Crichton GE, Alkerwi A. Physical activity, sedentary behavior time and lipid levels in the Observation of Cardiovascular Risk Factors in Luxembourg study. Lipids Health Dis. 2015;14:87.
    7. Herink M. Medication Induced Changes in Lipid and Lipoproteins. In: Feingold KR, Anawalt B, Boyce A, et al.(eds). MDText.com: South Dartmouth (MA), 2000.
    8. Mach F, Baigent C, Catapano AL, et al. 2019 ESC/EAS Guidelines for the management of dyslipidaemias: lipid modification to reduce cardiovascular risk: The Task Force for the management of dyslipidaemias of the European Society of Cardiology (ESC) and European Atherosclerosis Society (EAS), Eur Heart J. 2019; pii: ehz455