Il Peso corporeo: Come perdere peso velocemente

Se siete in sovrappeso, dovete sapere che perdere peso può aiutare a ridurre i livelli di colesterolo e, di conseguenza, il rischio di effetti negativi sul benessere del cuore. Volete sapere perché è importante perdere peso e seguire uno stile di vita sano per gestire il colesterolo? Siete nel posto giusto! Questo articolo è dedicato all’impatto dell’obesità e della vita sedentaria sulla salute delle persone e a come i cambiamenti nello stile di vita siano fondamentali per ridurre il colesterolo.

Esiste una correlazione tra livelli elevati di colesterolo e l’aumento del rischio di effetti negativi sul benessere del cuore. Ridurre il colesterolo è una delle soluzioni migliori per prevenire questi disturbi.1 Inoltre, l’obesità causa ipertensione, colesterolo alto e malattie cardiovascolari.2

Quindi, cosa si può fare in caso di colesterolo alto?
La buona notizia è che l’attività fisica e la perdita di peso possono aiutare a gestire il colesterolo, riducendo così il rischio di effetti negativi sul benessere del cuore.1,2

Prima di comprendere l’impatto dello stile di vita e del peso sul colesterolo, è importante conoscere i tipi di colesterolo e il loro legame con gli effetti negativi sul benessere del cuore.

Il colesterolo legato alle lipoproteine a bassa densità (LDL-C) e i trigliceridi sono i componenti dannosi del colesterolo, che predispongono l’organismo ai disturbi cardiovascolari. Al contrario, il colesterolo legato alle proteine ad alta densità (HDL-C) riducono il rischio di effetti negativi sul benessere del cuore.1

Scopri di più su questi tipi di colesterolo.

L’impatto del peso sul colesterolo

L’indice di massa corporea (BMI) è uno strumento che misura il peso corporeo in relazione all’altezza. Se un soggetto ha un BMI pari a 25 kg/m2–30 kg/m2 è considerato sovrappeso, se supera i 30 kg/m2 è considerato obeso. L’obesità è associata a un aumento dei trigliceridi e dei livelli di LDL-C e a un calo dei livelli di HDL-C. Inoltre, può incrementare il rischio di altri disturbi, come diabete e ipertensione. Tutti questi fattori, insieme, possono esporre a un maggiore rischio di effetti negativi sul benessere del cuore.2

Oltre al BMI, anche la distribuzione del grasso corporeo è un indicatore dello stato di salute legato all’obesità. L’obesità addominale, con aumento della circonferenza della vita e del BMI, è associata a complicanze cardiovascolari e ad elevati livelli di colesterolo.2

Fare attività fisica

Vi state chiedendo come perdere peso? O come perdere peso velocemente? La risposta è “Esercizio fisico”.

L’esercizio influisce positivamente sulla forma fisica di chi soffre di colesterolo alto e può anche aiutare a ridurlo.1

Il colesterolo alto è associato a uno stile di vita sedentario. Con stile di vita sedentario si intende un comportamento che prevede un dispendio energetico inferiore a 1,5 unità di equivalente metabolico (MET). Alcune attività sedentarie comuni ci portano a stare seduti o sdraiati.3 Uno stile di vita attivo può aiutare a controllare i livelli di colesterolo. L’esercizio fisico si distingue in due categorie principali: gli esercizi aerobici e l’allenamento di resistenza.1

Esercizi aerobici

Figura 1: Esercizi aerobici.

Gli esercizi aerobici includono esercizi di resistenza cardiorespiratori come corsa, jogging e bicicletta (Figura 1). Esercizi aerobici per 150 minuti alla settimana (tre giorni alla settimana con sessioni singole della durata di 50-60 minuti) per 12 settimane o più migliorano il colesterolo HDL e riducono i livelli di trigliceridi e colesterolo LDL. Gli esercizi aerobici hanno un impatto più significativo sui livelli di LDL-C e trigliceridi rispetto ad altri tipi di attività fisica a intensità moderata.1

Allenamento di resistenza

L’obiettivo dell’allenamento di resistenza è rafforzare i muscoli utilizzando il proprio peso corporeo o esercizi e pesi esterni per coinvolgere i principali muscoli del corpo come gambe, braccia, petto e parte lombare della schiena. Tra gli esercizi di resistenza più comuni ci sono (Figura 2):1,4

  • Military press
  • Flessione dei bicipiti
  • French press
  • Leg press
  • Distensioni su panca piana
  • Pull down

Figura 2: Esercizi di resistenza

Questi esercizi possono essere svolti tre volte la settimana in sessioni da 45–50 minuti ciascuna. Gli esercizi sia a intensità moderata che elevata aiutano a ridurre i livelli di colesterolo LDL e totale; tuttavia, solo quelli a intensità elevata migliorano anche i livelli del colesterolo HDL.1

Il medico potrebbe consigliare di dedicare 30 minuti al giorno a ogni tipo di esercizio, 4-5 volte la settimana, per migliorare i livelli di colesterolo.5 Inoltre, uno stile di vita attivo aiuta anche a tenere sotto controllo ipertensione e diabete. Va ricordato che l’esercizio fisico, combinato con modifiche alle abitudini alimentari, aiuta a perdere peso in modo efficace ed è necessario per il mantenimento del peso forma.5

Consultare il medico prima di iniziare a praticare qualsiasi forma di esercizio fisico.

Scoprite come i cambiamenti nello stile di vita riducono il colesterolo. Volete sapere come smettere di bere alcolici? Trovate aiuto qui.

Colesterolo alto

A livelli elevati, il colesterolo legato alle lipoproteine a bassa densità può causare effetti negativi sul benessere del cuore. Maggiori informazioni sul colesterolo alto.

Leggi di più

Mangiare sano

Mangiare sano è fondamentale per restare in salute, in particolare per chi soffre di colesterolo alto. Maggiori informazioni sul mangiare sano.

Leggi di più

  • Bibliografia

    References

    1. Mann S, Beedie C, Jimenez A. Differential effects of aerobic exercise, resistance training and combined exercise modalities on cholesterol and the lipid profile: Review, synthesis and recommendations. Sports Med. 2014;44(2):211–221.
    2. Loprinzi PD, Addoh O. The association of physical activity and cholesterol concentrations across different combinations of central adiposity and body mass index. Health Promot Perspect. 2016;6(3):128–136.
    3. Crichton GE, Alkerwi A. Physical activity, sedentary behavior time and lipid levels in the Observation of Cardiovascular Risk Factors in Luxembourg study. Lipids Health Dis. 2015;14:87.
    4. Prabhakaran B, Dowling EA, Branch JD, et al. Effect of 14 weeks of resistance training on lipid profile and body fat percentage in premenopausal women. Br J Sports Med. 1999;33(3):190–195.
    5. Mannu GS, Zaman MJ, Gupta A, et al. Evidence of lifestyle modification in the management of hypercholesterolemia. Curr Cardiol Rev. 2013;9(1):2–14.