Cura per il colesterolo alto

Problemi con il colesterolo alto? O conoscete qualcuno che ha il colesterolo alto e volete aiutarlo? Siete nel posto giusto. Continuate a leggere per scoprire in che modo il vostro medico potrà aiutarvi a regolare il colesterolo.

Middle aged man sitting

I livelli di colesterolo superiori al normale possono causare disturbi cardiovascolari. Il colesterolo è influenzato da vari fattori come lo stile di vita e lo stato di salute. I sintomi del colesterolo alto e gli esami del sangue possono aiutare il medico a diagnosticare questa condizione clinica.

È possibile abbassare i livelli elevati di colesterolo in vari modi, ad esempio modificando il proprio stile di vita e assumendo dei farmaci. Si può scegliere un solo approccio, oppure combinarli. Il medico deciderà qual è la terapia migliore per abbassare il livello di colesterolo del paziente e ridurre così anche il rischio dei disturbi cardiovascolari associati.1

Modifiche dello stile di vita

Perdere peso, aumentare l’attività fisica, modificare la propria dieta e ridurre il consumo di alcol e di sigarette sono alcuni fattori che aiutano a gestire i livelli di colesterolo.1

Perdere peso e praticare attività fisica

Il sovrappeso è uno dei fattori che contribuiscono ad alterare i livelli dei lipidi. Si è considerati sovrappeso se il proprio indice di massa corporea è ≥25 kg/m2 e obesi se è ≥30 kg/m2. Basta ridurre del 5%–10% il peso del corpo basale per migliorare il colesterolo e ridurre il rischio di cardiopatie. Il medico consiglierà di limitare consumo di alimenti ad alto contenuto energetico e di praticare esercizio fisico di moderata intensità. L’esercizio fisico regolare, come camminare a passo veloce o correre per 30 minuti al giorno, aiuta a mantenere sotto controllo il colesterolo.1,2

Scoprite di più sul calo di peso e sull’attività fisica.

Modifiche alimentari

Il medico potrebbe consigliare le seguenti modifiche alimentari per gestire i livelli di colesterolo:1,3

  • Limitare il consumo di grassi al 25%–35% dell’apporto calorico totale.
  • Inserire nella propria dieta alimenti che contengono acidi grassi sani (pesci grassi, olio d’oliva, avocado e noci), limitando invece l’assunzione di grassi poco sani (burro, lardo, carne e formaggio).
  • Consumare cibi ricchi di carboidrati (verdura, noci, legumi e cereali integrali) in una quantità corrispondente al 45%–55% del fabbisogno energetico giornaliero.
  • Limitare l’apporto di zuccheri, che non deve superare il 10% dell’energia totale necessaria.
  • Evitare le bibite.
  • Consumare 2–3 porzioni di pesce alla settimana.

Fumo e alcol

Il medico potrebbe consentire un moderato consumo di alcol, pari a 10–20 g/giorno per le donne e a 20–30 g/giorno per gli uomini, purché i valori lipidici siano sotto controllo. Suggerirà inoltre di smettere di fumare per aumentare il livello di colesterolo legato alle proteine ad alta densità.(HDL).1

Integratori alimentari e alimenti funzionali

Gli integratori alimentari come i fitosteroli e il lievito di riso rosso possono aiutare a regolare la dislipidemia se combinati con le modifiche alimentari citate prima.1

Qui di seguito sono illustrate le modalità d’azione degli integratori alimentari:1

  • Fitosteroli: Presenti naturalmente nell’olio vegetale. Il consumo di 2 g di fitosteroli consente di ridurre del 7-10% il colesterolo LDL e il colesterolo totale.
  • Lievito di riso rosso: L’ingrediente principale del lievito di riso rosso è la monacolina, responsabile dell’effetto di riduzione del colesterolo. Consumare da 2,5 mg a 10 mg di monacolina può aiutare a ridurre il colesterolo LDL e totale.

Consultare sempre un medico prima di assumere integratori alimentari e alimenti funzionali.

Farmaci

Il medico consiglierà i farmaci più adatti tra i seguenti tipi disponibili:1

  • Statine: Se è necessario ricorrere ai farmaci, il medico inizierà a prescrivere questa classe di farmaci. Le statine inibiscono gli enzimi che controllano la produzione di colesterolo. Aiutano a ridurre il colesterolo cattivo e quello totale e prevengono la comparsa di malattie cardiache come complicanza del colesterolo alto.
  • Sequestranti degli acidi biliari: Riducono il livello degli acidi biliari e costringono il fegato a produrlo dal colesterolo, riducendone così i valori ematici.
  • Inibitori dell’assorbimento del colesterolo: Come suggerisce il nome, questo farmaco riduce l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale.
  • Acido nicotinico: Aiuta a migliorare i livelli del colesterolo legato alle lipoproteine ad alta densità e a ridurre contemporaneamente i livelli del colesterolo legato alle lipoproteine a bassa densità. Il medico potrebbe consigliare l’acido nicotinico ai pazienti con colesterolo HDL basso.

Potrebbe anche optare per una terapia combinata che prevede la somministrazione di più di uno dei farmaci succitati, a seconda dei livelli di colesterolo del singolo paziente.1

Consultare sempre il medico prima di assumere qualsiasi farmaco o integratore per ridurre il colesterolo.

Come abbassare il colesterolo

Cambiare lo stile di vita e assumere farmaci ipocolesterolemizzanti possono aiutare ad abbassare i livelli di colesterolo. Maggiori informazioni su come ridurre il colesterolo.

Leggi di più

ArmoLIPID®

ArmoLIPID® è un integratore alimentare a base di Policosanolo, Riso rosso fermentato (Monascus purpureus), Acido Folico, Coenzima Q10 e Astaxantina. Maggiori informazioni su ArmoLIPID®

Leggi di più